Ricamo

Ricamo di Sistan e Baluchestan

Suzan Douzi Sistan e Baluchestan

I ricami di Sisitan sono tra gli esempi più particolari di artigianato in Iran. Ci sono molti documenti i quali dimostrano che questo ricamo esisteva fin dai primi anni dell’era islamica in questa zona dell’Iran e venne poi fiorito e sviluppato durante la dinastia Timuride e Safavide, XIV-XVI.

Il ricamo viene utilizzato per decorare, pantaloni, abiti, vestiti, camice e le ghette. Poiché gli abiti locali sono indossati ancora dalle donne in molte città e regioni, la produzione dei capi ricamati è molto frequente nei villaggi grandi o piccoli di Zahedan e Saravan a est e in Iranshahr a ovest (generalmente nella zona Sud’ est dell’Iran ). Le tecniche di ricamo differiscono tra ciascuna regione.

I tipi di ricamo vengono rappresentati con i colori molto accesi. I dettagli invece sono realizzati in verde, blu, bianco e nero. C’è una caratteristica comune tra tutti i ricami di queste regioni,  cioè l’utilizzo di motivi geometrici e lineari. Infatti i motivi possono essere suddivisi in tre gruppi generali: Geometrici, che sono i motivi più popolari delle opere di Baluch; triangoli, quadrati sono i motivi principali e possono essere trovati anche in altri prodotti artigianali come la ceramica; motivi floreali che includono motivi vegetali e animali come la rosa rossa, fiore a quattro petali, dente di leone, fiore a otto petali e zampe di pollo; altri elementi sono elementi naturali, come montagne, fiumi, ecc. Oltre all’abbigliamento, il ricamo Baluch viene applicato per realizzare tappeti, borse e cuscini e maschere tipiche della zona indossate dalle donne.

Rate this post

Commenti

Lascia un commento